OpenDay – Fantalica Aperta 29 settembre 2018

OpenDay - Fantalica Aperta 29 settembre 2018

Per far conoscere maggiormente le attività proposte per il periodo autunnale, l’Associazione Culturale Fantalica propone ai soci e a tutti gli interessati, una giornata OpenDay – Fantalica Aperta con spettacoli, mostre e laboratori gratuiti che avranno come elemento comune la volontà di sensibilizzare all’arte e all’utilizzo creativo e consapevole del proprio tempo libero, hobby o passione.

Approfondisci leggendo il programma di tutte le attività proposte e prenotati gratuitamente direttamente dal form presente nel sito dell’associazione.
Per approfondire clicca QUI

OpenDay – Fantalica Aperta 29 settembre 2018

COMUNICAZIONE – Anche per questo nuovo anno sociale verranno proposti percorsi sulla comunicazione di diverso tipo, come l’arte della comunicazione Efficace e Public Speaking. La novità di quest’anno è il rinnovamento del corso di Dizione che si amplia implementando nel suo format anche elementi di comunicazione espressiva, diventando così uno strumento formativo / espressivo più ampio.

All’evento dell’openday tutti potranno partecipare a delle lezioni aperte grazie alle quali sarà possibile approfondire tematiche legate alla comunicazione e fare delle esperienze laboratoriali utili e stimolanti. Siete tutti invitati a fare queste esperienza veramente interessanti ma anche divertenti.

Caratteristica di tutti questi percorsi sulla comunicazione è l’arte, ovvero l’utilizzo in modo diverso delle competenze artistiche per rendere maggiormente concreti ed efficaci gli approcci formativi ma anche per esplorare e conoscere nuove capacità e modalità comunicative.

OpenDay - Fantalica Aperta 29 settembre 2018L’Associazione Culturale Fantalica di Padova, da anni impegnata a valorizzare le realtà storiche, culturali e artistiche del territorio, propone nell’ambito del progetto SOLIDARIA 2018, un nutrito pacchetto di proposte di valorizzazione della partecipazione dei cittadini alla conoscenza della città e alla condivisione in esperienze artistiche ed espressive.

 

Strumenti tecnici per realizzare un fumetto – Il canovaccio –

strumenti tecnici per realizzare un fumetto canovaccio scrittura

Questa rubrica è dedicata agli strumenti tecnici per realizzare un fumetto. Ossia tutte le pratiche e gli elementi, che non sono di fatto fumetti, ma che aiutano a realizzarli.

In questa prima puntata partiamo giustamente dall’inizio. E quindi dalla storia. La parte della storia, della scrittura è spesso una delle più ostiche. Noi oggi scopriremo un utile strumento per affrontarla; il canovaccio.

Questo succede perché il fumetto è un medium visivo, quindi l’attenzione del fumettista sta tutta sulle immagini, sulle scene, sulle azioni e atmosfere e non è facile tradurle in parole. Chiaramente dipende anche dalla propensione personale, è normale che alcuni siano più “disegnatori” o più scrittori”.

Inoltre non sempre quando si inizia a rapportarsi coi fumetti si sa scrivere una storia. Quello della scrittura è un muscolo che, come il disegno, va tenuto in allenamento. Le basi della scrittura vanno conosciute anche nel fumetto così come nel mondo del cinema o della scrittura pura, ma questo non è il luogo per affrontare questo argomento.

Quella di cui stiamo parlando infatti è più una modalità di scrittura, che è funzionale a individuare tutti i punti veramente importanti della nostra storia.

Potremmo definirlo un “canovaccio” una sorta di soggetto, una forma di scrittura che in una paginetta di testo racconta per sommi capi tutta la nostra storia.

 

 

 

 

strumenti tecnici per realizzare un fumetto canovaccio scrittura

È una tipologia di scrittura un po’ “buttata”, cioè rapida, immediata. La necessità in questa fase è fissare un idea generale dello svolgimento di tutta la storia. Quindi: chi sono i personaggi, e cosa fanno, le cose che succedono concretamente nella storia, dov’è ambientata, il tempo storico in cui è ambientata e anche il tempo atmosferico, che influenza atmosfere, eccetera.

Bisogna cercare di evitare lo stile di scrittura, o meglio cercare di usare una scrittura chiara e asciutta, dire solo lo stretto necessario anche a costo di essere crudi nell’esposizione. In questa maniera si è costretti a mettere in gioco solo la narrazione, cioè la “ciccia” di una storia.

Se tutto va bene un processo di scrittura come questo porta a chiarire le idee di chi scrive, e a mettere nero su bianco un idea in maniera sintetica, anche evidenziando quelli che sono i punti deboli della storia su cui c’è bisogno di lavorare, magari con un passaggio di riscrittura successivo.

Nelle prossime puntate della rubrica strumenti degli tecnici per realizzare un fumetto parleremo degli storyboard, del timone e delle bozze dei personaggi.

Se ti è piaciuto questo articolo ricordati che all’associazione Fantalica c’è il Laboratorio di fumetto Storie di carta, dove si realizzano fumetti, tavole, strisce, si parla di fumetti e graphic novel! Iscriviti!

strumenti tecnici per realizzare un fumetto canovaccio scrittura