Non stancarti di andare di Stefano Turconi e Teresa Radice

Un altro libro a fumetti a Fahrenheit

Non stancarti di andare di Stefano Turconi e Teresa Radice

Iris si stabilisce nella casa di Verezzi mentre Ismail torna a Damasco. Separati da un destino violento e imprevisto, Iris si scopre incinta mentre Ismail lotta per tornare in Italia. Con personaggi memorabili, questo romanzo grafico è una storia per distruggere le barriere e imparare ad amare senza riserve.

Non stancarti di andare di Stefano Turconi e Teresa RadiceSempre più spesso Fahrenheit, l’ottima trasmissione di approfondimento culturale, in particolare sui libri e sulla lettura, ci porta a conoscenza di nuovi graphic novel.

È il turno di Non stancarti di andare edito da Bao, una storia sul senso dell’esistenza e della distanza.

Si dice fumetto o graphic novel?

 

Puoi ascoltare la puntata con l’intervista agli autori.

 

Anche corsi di fumetto di Fantalica si parla storie a fumetti ma soprattutto le si disegna!

Vieni al corso per scoprire qual è il tuo stile!

Fahrenheit, i libri e le idee è un programma radiofonico pomeridiano, in onda sulle frequenze di Rai Radio 3 da settembre 1999. Ideato da Marino Sinibaldi e curato da Susanna Tartaro, si autodefinisce “un pomeriggio di libri e di idee”. Il nome della trasmissione è ispirato a Fahrenheit 451, romanzo di Ray Bradbury.

Si dice Fumetto o Graphic Novel?

Si dice fumetto o graphic novel?

Esiste una diversificazione tra i due concetti, di sfumature, di destinazioni, di formati, esiste una gerarchia che oppone graphic novel -alta qualità al fumetto-media bassa qualità? Lo chiediamo a Luca Raffaelli,  giornalista, saggista e sceneggiatore italiano esperto di fumetti e animazione, Filippo Scozzari,  fumettista, illustratore e scrittore italiano, ultimo fumetto (o graphic novel) “Prima pagare poi ricordare-Memorie dell’arte bimba. Fanciulli pazzi. Tutta la storia” Fandango 2017 e con Davide Toffolo, fumettista, cantante e chitarrista italiano del gruppo Tre allegri ragazzi morti, ultima graphic L’ inverno d’Italia, Coconino Press 2017

Si dice fumetto o graphic novel? Questa domanda è stata oggetto di una interessante discussione sul programma fahrenheit di radio 3, che ha coinvolto lo studioso dei fumetti Luca Raffaelli e i due autori Davide Toffolo e Filippo Scozzari.

Il dibattito parte appunto dalla definizione di graphic novel come categoria merceologica per porre un interrogazione a tutto campo sulle forme più note e innovative del fumetto contemporaneo, ossia quella del libro. Un fumetto che si propone in formati particolari e spazia moltissime tematiche, evidenziando problematiche simili a quelle del mondo dell’editoria, ma anche producendo vere opere letterarie e artistiche.

Le posizioni di Raffaelli e Toffolo sono simili e ci raccontano di un fumetto che ha ormai trovato una forma della maturità, cioè che gli permette di passare agevolmente in diversi paesi e diversi mercati editoriali, senza i problemi dei formati, quindi un fumetto globalizzato.

Scozzari fa da contraltare agli altri due, dicendo schiettamente che il fumetto da libreria è la noia totale, e ricordando come negli anni in cui lui era più attivo, partecipando alle riviste Frigidaire e Cannibale, i fumetti avessero un’altra dimensione più politica più forte, più attenta alla creazione.

Si dice fumetto o graphic novel?

 

Se l’argomento ti interessa puoi approfondire ascoltando il podcast della puntata sul sito di Radio3;

 

 

Di graphic novel e fumetti parliamo e soprattutto disegniamo al corso di fumetto, se sei interessato a realizzare un tuo fumetto iscriviti!

Fahrenheit, i libri e le idee è un programma radiofonico pomeridiano, in onda sulle frequenze di Rai Radio 3 da settembre 1999. Ideato da Marino Sinibaldi e curato da Susanna Tartaro, si autodefinisce “un pomeriggio di libri e di idee”. Il nome della trasmissione è ispirato a Fahrenheit 451, romanzo di Ray Bradbury.

Arfestival 2018

Presto l’Arfestival di Roma

Arfestival 2018

arffestival 2018L’Arf Festiva è una giovane fiera del fumetto, nata come alternativa al Romics con l’intento di comunicare al pubblico degli appassionati del fumetto d’autore e dei graphic novel. Tra i punti focali della fiera la presenza dei principali editri di fumetto, la possibilità per gli esordienti di incontrare degli editor e una nutrita self area con autoproduzioni da tutta l’Italia!

ARF! è il luogo dove gli autori, gli editori e i lettori si incontrano per vivere una tre giorni unica nel suo genere. Dal 25 al 27 maggio 2018, in un quartiere simbolo del fermento creativo della Capitale, gli splendidi spazi del MATTATOIO di Testaccio (ex MACRO Testaccio) ospitano la quarta edizione di ARF! il Festival del Fumetto di Roma.

Se sei un appassionato di fumetti non perderti questa occasione!